Corsi Istituto Tecnico

La scuola propone corsi nel settore economico e nel settore tecnologico.

Nel settore economico la scuola ha i seguenti indirizzi di studio
AFM – Amministrazione Finanza e Marketing (ex ragioneria)
AFM – con articolazione sistemi informatici aziendali
TURISMO

Nel settore tecnologico la scuola propone l’indirizzo
Costruzione Ambiente e Territorio (ex geometri)

Settore Economico

Il profilo dei percorsi del settore economico si caratterizza per la cultura tecnico-economica riferita ad ampie aree: l’economia, l’amministrazione delle imprese, la finanza, il marketing, l’economia sociale e il turismo. Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, conoscono le tematiche relative ai macrofenomeni economico-aziendali, nazionali ed internazionali, alla normativa civilistica e fiscale, ai sistemi aziendali, anche con riferimento alla previsione, organizzazione, conduzione e controllo della gestione, agli strumenti di marketing, ai prodotti/servizi turistici.

Ore di lezione: 32 ore settimanali;
Primo biennio: uguale per tutti gli indirizzi, 20 ore settimanali generali comuni a tutti gli indirizzi tecnici e 12 ore settimanali di indirizzo;
Secondo biennio e quinto anno: 15 ore settimanali generali comuni ai due indirizzi e 17 ore settimanali di indirizzo.

Consulta i quadri orario del settore economico (AFM e Turismo)

Amministrazione Finanza e Marketing

Finalità dei corsi

Il Diplomato in “Amministrazione, Finanza e Marketing” ha competenze generali nel campo dei macrofenomeni economici nazionali ed internazionali, della normativa civilistica e fiscale, dei sistemi e processi aziendali (organizzazione, pianificazione, programmazione, amministrazione, finanza e controllo), degli strumenti di marketing, dei prodotti assicurativo-finanziari e dell’economia sociale. Integra le competenze dell’ambito professionale specifico con quelle linguistiche e informatiche per operare nel sistema informativo dell’azienda e contribuire sia all’innovazione sia al miglioramento organizzativo e tecnologico dell’impresa inserita nel contesto internazionale.
A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato nell’indirizzo “Amministrazione, Finanza e Marke-ting” consegue i risultati di apprendimento, di seguito specificati in termini di competenze.

  • Riconoscere e interpretare le tendenze dei mercati locali, nazionali e globali anche per coglierne le ripercussioni in un dato contesto.
  • Riconoscere e interpretare i macrofenomeni economici nazionali e internazionali per connetterli alla specificità di un’azienda.
  • Riconoscere e interpretare i cambiamenti dei sistemi economici nella dimensione diacronica attraverso il confronto fra epoche storiche e nella dimensione sincronica attraverso il confronto fra aree geografiche e culture diverse.
  • Individuare e accedere alla normativa pubblicistica, civilistica e fiscale con particolare riferimento alle attività aziendali.
  • Interpretare i sistemi aziendali nei loro modelli, processi e flussi informativi con riferimento alle differenti tipologie di imprese.
  • Riconoscere i diversi modelli organizzativi aziendali, documentare le procedure e ricercare soluzioni efficaci rispetto a situazioni date.
  • Individuare le caratteristiche del mercato del lavoro e collaborare alla gestione delle risorse umane.
  • Gestire il sistema delle rilevazioni aziendali con l’ausilio di programmi di contabilità integrata.
  • Applicare i principi e gli strumenti della programmazione e del controllo di gestione, analizzandone i risultati.
  • Inquadrare l’attività di marketing nel ciclo di vita dell’azienda e realizzare applicazioni con riferimento a specifici contesti e diverse politiche di mercato.
  • Orientarsi nel mercato dei prodotti assicurativo-finanziari, anche per collaborare nella ricerca di soluzioni economicamente vantaggiose.
  • Utilizzare i sistemi informativi aziendali e gli strumenti di comunicazione integrata d’impresa, per realizza-re attività comunicative con riferimento a differenti contesti.
  • Analizzare e produrre i documenti relativi alla rendicontazione sociale e ambientale, alla luce dei criteri sulla responsabilità sociale d’impresa.

Prospettive del corso di studio

Lavorative: impiego in uffici contabili; impiego nei centri elettronici di aziende commerciali, industriali e di credito; impiego come insegnante tecnico-pratico nei laboratori elettronici degli Istituti tecnici e professionali; impiego in software house. Universitarie: accesso ad ogni tipo di facoltà universitaria, in particolare Informatica, Economia e commercio e Giurisprudenza.

 

AFM con articolazione sistemi informatici aziendali

Finalità dei corsi

Si caratterizza per la gestione del sistema informativo al fine di migliorare l’efficienza aziendale con la realizzazione di nuove procedure per l’archiviazione, l’organizzazione della comunicazione in rete e la sicurezza informatica. Il percorso prevede le seguenti ore settimanali di laboratorio: 9 negli ultimi tre anni (secondo biennio e quinto anno).

Prospettive del corso di studio

Lavorative: impiego in uffici contabili; impiego nei centri elettronici di aziende commerciali, industriali e di credito; impiego come insegnante tecnico-pratico nei laboratori elettronici degli Istituti tecnici e professionali; impiego in software house. Universitarie: accesso ad ogni tipo di facoltà universitaria, in particolare Informatica, Economia e commercio e Giurisprudenza.

 

Turismo

Finalità dei corsi

Il Diplomato nel Turismo ha competenze specifiche nel comparto delle imprese del settore turistico e competenze generali nel campo dei macrofenomeni economici nazionali ed internazionali, della normativa civilistica e fiscale, dei sistemi aziendali. Interviene nella valorizzazione integrata e sostenibile del patrimonio culturale, artistico, artigianale, enogastronomico, paesaggistico ed ambientale. Integra le competenze dell’ambito professionale specifico con quelle linguistiche e informatiche per operare nel sistema informativo dell’azienda e contribuire sia all’innovazione sia al miglioramento organizzativo e tecnologico dell’impresa turistica inserita nel contesto internazionale.

  • Riconoscere e interpretare le tendenze dei mercati locali, nazionali, globali anche per coglierne le ripercussioni nel contesto turistico.
  • Riconoscere e interpretare i macrofenomeni socio-economici globali in termini generali e specifici dell’impresa turistica.
  • Riconoscere e interpretare i cambiamenti dei sistemi economici nella dimensione diacronica attraverso il confronto tra epoche e nella dimensione sincronica attraverso il confronto tra aree geografiche e culturali diverse.
  • Individuare e accedere alla normativa pubblicistica, civilistica, fiscale con particolare riferimento a quella del settore turistico.
  • Interpretare i sistemi aziendali nei loro modelli, processi di gestione e flussi informativi.
  • Riconoscere le peculiarità organizzative delle imprese turistiche e contribuire a cercare soluzioni funzionali alle diverse tipologie.
  • Gestire il sistema delle rilevazioni aziendali con l’ausilio di programmi di contabilità integrata specifici per le aziende del settore Turistico.
  • Analizzare l’immagine del territorio sia per riconoscere la specificità del suo patrimonio culturale sia per individuare strategie di sviluppo del turismo integrato e sostenibile.
  • Contribuire a realizzare piani di marketing con riferimento a specifiche tipologie di imprese o prodotti turistici.
  • Progettare, documentare e presentare servizi o prodotti turistici.
  • Individuare le caratteristiche del mercato del lavoro e collaborare alla gestione del personale dell’impresa turistica.
  • Utilizzare il sistema delle comunicazioni e delle relazioni delle imprese turistiche.

Prospettive del corso di studio

Lavorative: impiego in uffici contabili; impiego nei centri elettronici di aziende commerciali, industriali e di credito; impiego come insegnante tecnico-pratico nei laboratori elettronici degli Istituti tecnici e professionali; impiego in software house. Universitarie: accesso ad ogni tipo di facoltà universitaria, in particolare Informatica, Economia e commercio e Giurisprudenza.

 

Settore Tecnologico

Il profilo del settore tecnologico si caratterizza per la cultura tecnico-scientifica e tecnologica in ambiti ove interviene permanentemente l’innovazione dei processi, dei prodotti e dei servizi, delle metodologie di progettazione e di organizzazione.

Ore di lezione: 32 settimanali;
Primo biennio: 20 ore settimanali generali comuni a tutti gli indirizzi tecnici e 12 ore settimanali di indirizzo;
Secondo biennio e quinto anno: 15 ore settimanali generali comuni a tutti gli indirizzi tecnici e 17 ore settimanali di indirizzo.

Consulta i quadri orario del CAT

Costruzione Ambiente e Territorio

Finalità dei corsi

Il profilo dei percorsi del settore teconologico (Costruzioni, Ambiente e Territorio) si caratterizza per la cultura tecnologica; il diplomato CAT:

  • ha competenze nel campo dei materiali, delle macchine e dei dispositivi utilizzati nelle industrie delle costruzioni, nell’impiego degli strumenti per il rilievo, nell’uso dei mezzi informatici per la rappresentazione grafica e per il calcolo, nella valutazione tecnica ed economica dei beni privati e pubblici esistenti nel territorio e nell’utilizzo ottimale delle risorse ambientali;
  • possiede competenze grafiche e progettuali in campo edilizio, nell’organizzazione del cantiere, nella gestione degli impianti e nel rilievo topografico;
  • ha competenze nella stima di terreni, di fabbricati e delle altre componenti del territorio, nonché dei diritti reali che li riguardano, comprese le operazioni catastali.

L’indirizzo si propone di delineare una figura professionale in grado di:

  • progettare opere edilizie e stradali;
  • eseguire rilievi di terreni e fabbricati ;
  • operare nell’organizzazione, gestione e direzione dei cantieri edili;
  • fare preventivi di spesa per le opere di edilizia; gestire e stimare gli immobili;
  • eseguire procedure catastali;
  • utilizzare il software CAD finalizzato al disegno computerizzato;
  • pianificare e organizzare le misure opportune in materia di salvaguardia della salute e della sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro.

Il percorso prevede le seguenti ore settimanali di laboratorio: 8 nel primo biennio, 17 nel secondo biennio e 10 nel quinto anno.

Prospettive del corso di studio

Gli studenti che hanno conseguito il diploma, possono proseguire gli studi in qualsiasi facoltà universitaria, nei corsi di formazione professionale superiore post-diploma, partecipare ai concorsi pubblici e inserirsi nel mondo del lavoro; in particolare gli studenti, per le competenze acquisite, possono frequentare le facoltà tecniche (Ingegneria, Architettura, Agraria, ecc..), partecipare a concorsi nella Pubblica Amministrazione (Ufficio tecnico erariale – catasto, uffici tecnici della Regione della Provincia e del Comune, Genio civile, ecc.). Possono Intraprendere attività Professionali dopo aver sostenuto un tirocinio di 18 mesi (da gennaio 2015 potrà essere sostituito con un corso intensivo di 6 mesi) presso uno studio tecnico e un esame di abilitazione, inserirsi nella scuola come insegnante tecnico – pratico e nel mondo del lavoro: nelle imprese di costruzioni; negli studi di progettazione edilizia.

Tecnologie del legno nelle costruzioniIl Diplomato ha competenze nel campo dei materiali utilizzati nelle costruzioni in pietra, legno e con tecniche di bioarchitettura; delle macchine e dei dispositivi utilizzati nelle industrie del legno e dei centri di taglio a controllo numerico impiegati nelle realizzazioni di carpenteria in legno; nell’impiego degli strumenti di rilievo; nell’impiego dei principali software per la progettazione esecutiva e il trasferimento dati ai centri a controllo numerico impiegati nelle realizzazioni delle carpenterie in legno; nella stima di terreni, fabbricati, aree boscate e delle altre componenti del territorio, nonché dei diritti reali che li riguardano, e allo svolgimento di operazioni catastali.